Una panoramica degli standard NTSC e PAL

  • NTSC e PAL: definizioni
  • Differenza tra i formati
  • La rilevanza odierna
  • Aree geografiche di utilizzo

A cura di Team di redattori di Movavi

8 Settembre 2020

NTSC o PAL: Cosa conviene?

Esistono tonnellate di standard diversi per ogni prodotto e talvolta questi standard sono in conflitto tra loro. Non fa eccezione la televisione con i suoi tre standard chiave: NTSC o PAL oppure ancora SECAM. In questo articolo valuteremo in modo dettagliato quando occorre usare PAL o NTSC.

Puoi anche dare un'occhiata a Movavi Video Converter, uno strumento semplice ed efficace per leggere i formati video (ad esempio, NTSC o PAL), audio e immagine.

Cosa sono PAL o NTSC?

Per prima cosa, scopriamo cosa sono NTSC e PAL.

NTSC (acronimo di "National Television Standard Committee") è un sistema di codifica a colori analogico utilizzato nei lettori DVD e, fino a tempi recenti, nelle trasmissioni televisive in Nord America. Negli anni '50, la televisione in bianco e nero iniziò a cedere il terreno al colore e il precedente standard tecnico divenne obsoleto. A quel tempo, le emittenti statunitensi utilizzavano una vasta gamma di metodi per codificare il colore, ognuno dei quali era in conflitto con gli altri. Non è stato fino al 1953 che un nuovo standard televisivo è stato introdotto dal National Television System Committee e denominato "NTSC". Questo formato è stato sviluppato con l'intenzione di essere compatibile con la maggior parte dei televisori dello Stato, sia a colori che in bianco e nero. Anche se le moderne emittenti televisive sono passate al digitale, il numero di linee di risoluzione e il frame rate che utilizzano sono gli stessi stabiliti dal formato NTSC.

PAL (o "Phase Alternating Line") è un altro sistema per la televisione a colori analogica, utilizzato anche nei lettori DVD e Blu-ray. Progettato alla fine degli anni '50 in Germania, il formato PAL avrebbe dovuto affrontare alcuni punti deboli dell'NTSC, inclusa l'instabilità del segnale in condizioni meteorologiche avverse, particolarmente rilevante per le emittenti europee. Il nuovo standard era quello di risolvere il problema invertendo ogni altra linea in un segnale TV ed eliminando così gli errori. PAL ha fornito anche la frequenza immagine richiesta localmente: 50 Hz. Questo formato, a differenza di NTSC, è ancora utilizzato per la trasmissione negli Stati in cui è stato adottato.

C'è anche un terzo sistema chiamato SECAM (Séquentiel couleur à mémoire - "colore sequenziale con memoria" in francese). È stato sviluppato in Francia come un'altra alternativa a NTSC e viene utilizzato lì e nell'Europa orientale.

Qual è la differenza tra PAL e NTSC?

Parametro di confrontoNTSCPAL
Larghezza di banda video4.2MHz5MHz
Portante audio4.5MHz5.5MHz
Linee/campo525/60625/60
Fotogrammi al secondo29.9725

La prima vera differenza tra i due standard è il numero FPS (fotogrammi al secondo): 29,97 per NTSC e 25 per PAL. Nel caso di NTSC, in passato si usavano 30 FPS o un singolo fotogramma per ogni alternanza completa di una presa domestica a 60 Hz. Tuttavia, quando è arrivata la trasmissione a colori, i televisori in bianco e nero non sono stati in grado di interpretare correttamente i segnali di colore e luminosità, visualizzando immagini senza senso sui loro schermi. Per affrontare questo problema, è stato necessario aggiungere un ulteriore segnale di crominanza tra le oscillazioni del segnale di luminanza, che poteva essere tranquillamente ignorato dai televisori in bianco e nero mentre era correttamente visualizzato da quelli a colori con l'aiuto di uno speciale adattatore. Questo segnale extra ha portato ad allungare il tempo necessario per trasferire ogni frame e ha ridotto l'FPS da 30 a 29,97 per NTSC. Le famiglie nelle regioni PAL utilizzano un diverso tipo di prese di corrente con una frequenza diversa, 50 Hz, il che spiega anche la diversa frequenza di fotogrammi al secondo per PAL.

Un'altra differenza fondamentale è il numero di linee di risoluzione utilizzate da ciascuno degli standard. NTSC fornisce 525 linee, con 480 che appaiono visibilmente (che è noto come 480i). Per PAL, questo parametro corrisponde a 625 linee, con 576 visibili (576i). In un segnale video PAL, la fase delle informazioni sul colore è invertita con ciascuna linea, il che si riflette nel nome stesso dello standard ("Phase Alternating Line"). Questa inversione porta a correzioni automatiche degli errori di fase nella trasmissione del segnale e, in definitiva, a un'immagine più fedele. Tuttavia, una certa risoluzione del colore verticale viene persa durante il processo e i colori sulle linee adiacenti tendono a sfocarsi insieme, anche se impercettibilmente all'occhio umano.

Sui DVD, dove non è presente la codifica del segnale basata su onde portanti, le differenze di frequenza e linee non entrano in gioco. Le uniche cose che contano sono il frame rate e la risoluzione. Video e film vengono archiviati su DVD con frame rate differenti: 24, 25 o 30 FPS; così come in diverse risoluzioni - 720 x 480 pixel per i DVD NTSC e 720 x 576 pixel per quelli PAL. I dati su un DVD vengono letti da un lettore DVD e formattati per la presentazione su un particolare televisore, NTSC o PAL. È un dato di fatto, i dischi video digitali PAL sembrano avere un vantaggio sui dischi NTSC poiché quelli PAL hanno pixel di risoluzione maggiore. Lo stesso vale per i lettori VHS, le videocamere GoPro e alcuni altri dispositivi PAL/NTSC.

Ora sai qual è la differenza tra PAL e NTSC.

Perché questi standard sono ancora in circolazione?

Il mondo è cambiato parecchio dagli anni '50 e i problemi che questi standard televisivi erano progettati per risolvere ora non esistono più. Tuttavia, i Blu-ray, i DVD e molti altri supporti sono ancora etichettati come PAL o NTSC e le risoluzioni, i tempi e altri parametri stabiliti in questi standard sono ancora utilizzati nei moderni televisori e display.

La ragione principale di ciò è l'applicazione delle leggi nazionali sul copyright. L'utilizzo di una varietà di formati video funge da ulteriore livello di protezione, impedendo la distribuzione illegale di film, programmi televisivi e videogiochi in Stati per i quali non erano destinati. Questo uso di formati limitati per regione è così ben consolidato (ad esempio: PAL per l'Italia) che le rispettive aree di distribuzione per i prodotti elettronici sono spesso chiamate regioni NTSC e PAL, nonostante il software stesso funzioni perfettamente su qualsiasi tipo di monitor.

Dove vengono utilizzati NTSC e PAL?

Tutti gli standard sono limitati a particolari parti del mondo. NTSC si trova principalmente in Nord America, alcuni paesi in Sud America, Filippine, Myanmar, Taiwan, Corea del Sud e Giappone. PAL è molto più comune e copre la maggior parte dell'Europa occidentale, Cina, India, Australia, gran parte dell'Africa e altrove. SECAM, il terzo sistema, è utilizzato in alcune altre parti dell'Africa, Russia e Francia.

Dai un'occhiata alla distribuzione dei formati video PAL vs NTSC e SECAM sulla mappa sottostante.

NTSC o PAL: Cosa scegliere?

Quindi, PAL o NTSC: qual è il migliore? La risposta a questa domanda dipende principalmente dalla tua posizione e da quella del tuo pubblico. Se stai creando video per il pubblico globale, è più sicuro utilizzare NTSC, poiché la maggior parte dei lettori DVD e dei videoregistratori PAL sono comunque in grado di riprodurre video NTSC, mentre le piattaforme NTSC generalmente non funzionano con contenuti PAL.

Come convertire i file tra NTSC e PAL?

Supponiamo che tu abbia scoperto che il tuo video ha uno standard sbagliato. Cosa fare? La prima cosa che viene in mente è cambiare lo standard con un programma di conversione video. Ovviamente, non tutti i convertitori video hanno questa opzione. Movavi Video Converter però può farlo. Basta installare il programma, aggiungere il video e scegliere la preimpostazione corretta (NTSC o PAL).

Vuoi saperne di più? Leggi la guida di seguito per scoprire come convertire al meglio NTSC in PAL e viceversa con Movavi Video Converter.

Domande frequenti

Per convertire PAL in NSTC, prova a utilizzare Movavi Video Converter. Segui la guida passo passo di seguito per imparare a convertire i tuoi file PAL.

Come convertire NTSC in PAL e viceversa (pagina in inglese)

PAL è utilizzato principalmente in Europa occidentale, nonché in Cina, India, Brasile, Argentina, Australia, Nuova Zelanda e numerosi Stati dell'Africa.

Movavi Video Converter

Il modo ideale per convertire i file multimediali nel formato desiderato!

  • Conversione di file video, audio, DVD e immagini
  • Conversione ultrarapida senza riduzione della qualità
  • Miglioramento della qualità, regolazione dell'audio, taglio e unione di file prima della conversione
  • Salvataggio di file video e audio per l'accesso da dispositivi mobili